Energie alternative, eccone 5 tra le più bizzarre

0
436
Energie alternative, eccone 5 tra le più bizzarre

Di energie alternative si parla da tempo e ormai la consapevolezza e il livello di conoscenza sul tema è in costante aumento, anche se molto resta da fare. Tanti sentendo parlare di energie alternative pensano subito alle fonti rinnovabili, come il sole o il vento, ma ci sono altre potenziali fonti di energia, decisamente più originali e in alcuni casi perfino bizzarre, vediamone alcune tra le più insolite e divertenti.

Pannoloni come fonte di energia

In molti paesi nel mondo l’età media si sta alzando e il numero di anziani è in costante aumento, tra i paesi più longevi c’è il Giappone, che in fatto di energie alternative bizzarre potrebbe vincere un premio. I giapponesi hanno infatti pensato di riutilizzare i pannoloni, spesso usati dai più anziani con problemi di incontinenza, per trasformarli in una fonte di alimentazione compatibile con le caldaie a biomassa. L’idea è stata brevettata dalla SFD Recycle System e pare dare buoni risultati. Senza dubbio riduce gli sprechi e ottimizza le risorse.

Ottenere energia dall’urina

Se pensiamo all’urina ci viene subito in mente uno scarto, qualcosa alla quale è veramente difficile trovare un’utilità. In Gran Bretagna un gruppo di ricercatori la pensa però diversamente. Lo studio inglese dimostra come alcuni batteri dell’urina possano essere sfruttati per creare energia.

L’idea ha ottenuto un immediato interesse della NASA, visto che l’urina accumulata a bordo della stazione spaziale rappresenta un problema non da poco. Poterla usare per altri scopi, come la produzione di energia è per questo come ovvio molto utile.

Fondi di caffè

Il caffè è uno dei prodotti più conosciuti, apprezzati e scambiati sul nostro pianeta. Il caffè produce rifiuti, i fondi che tutti conosciamo, possiamo dare loro nuova vita e usarli per produrre energia? La risposta è affermativa. I fondi di caffè possono diventare un valido combustibile. Tra gli altri stanno lavorando su questa idea dei ricercatori del Dipartimento di Chimica e Ingegneria dei Materiali dell’Università del Nevada negli USA. Gli studiosi hanno evidenziato come i fondi di caffè possano ottenere elevate percentuali di componenti utilizzabili per la trasformazione in biodiesel. Per i grandi rivenditori di caffè, come ad esempio l’americana Starbucks, la produzione di energia potrebbe diventare un business interessante, stimabile in 90.000 tonnellate di combustibile prodotto ogni anno.

Il movimento del seno quando si corre

Questa è una trovata veramente bizzarra, ma che poggia su solide basi scientifiche, anche se è difficile crederlo. Fare attività fisica è importante per restare in forma e fa anche bene alla salute e all’umore. Il numero di runner è in continuo aumento, fare una corsetta è facile, non richiede particolari attrezzature o preparazione, spesso si dice che è un’attività adatta a tutti ed è senza dubbio vero. Per le donne più formose, in alcuni casi potrebbe però essere fastidioso dover convivere con i movimenti che il seno fa durante la corsa, che ovviamente diventano più significativi all’aumentare della taglia.

C’è chi ha pensato di sfruttare questo movimento, non si possono produrre grandi quantità di energia, ma può bastare ad esempio, per alimentare un lettore mp3.

Produrre energia ballando

Parliamo sempre di movimento del corpo, ma in modo diverso. Nei Paesi Bassi alcuni ricercatori hanno pensato di sfruttare l’energia cinetica prodotta ballando in discoteca per trasformarla in energia.

Grazie ad una particolare pavimentazione si riesce a incamerare energia. Più si balla, si cammina, si salta, più si produce energia. Per ora la sperimentazione è in corso a Rotterdam, ma diverse altre strutture, in Olanda e nel resto del mondo, stanno mostrando interesse per questa singolare soluzione tecnica.