lunedì 8 ottobre 2018
  • :
  • :

Risparmi energetici casa e abitazioni: Come conquistarli?

risparmio energetico

L’energia consumata

Nel campo dell’edilizia residenziale, l’energia consumata al fine di riscaldare gli ambienti e per l’acqua calda sanitaria raggiunge la percentuale del 30% dei consumi energetici misurati su base nazionale, e rappresenta anche il 25% delle emissioni totali di anidride carbonica, questi dati evidenziano una delle principali cause di genesi dell’effetto serra e dell‘innalzamento della temperatura sulla terra.

Gli interventi di risparmio energetico

Fare questo cambiamento significa andare a consumare meno energia con significative e rilevanti conseguenze anche sulla riduzione immediata della spese di riscaldamento e condizionamento.

Altro aspetto positivo è quello delle migliorie che si apportano all’interno dell’appartamento sul livello di comfort e benessere di chi lo abita.

Il risparmio energetico garantisce protezione all’ambiente nel quale si vive e contribuisce alla riduzione dell’inquinamento del paese e dell’intero pianeta, permette inoltre di fare un investimento sensato e a lungo termine dei risparmi, di cui (nei fatti) si rientra visto che si parla di un ottimo investimento.

Come risparmiare

Per risparmiare di anno in anno molto combustibile occorre adottare una serie di comportamenti, a seguire ne elenchiamo la stragrande maggioranza:

N°1: Andare a ridurre le dispersioni di calore in inverno e le entrate di calore in estate ad esempio con strutture come i cappotti termici permettono questo risparmio energetico attraverso le pareti, ma occorre agire anche sulla pavimentazione e nell’area del tetto della casa andando così a limitare le fughe di aria calda attraverso i vetri e gli infissi delle finestre.

N°2: Abbassando le temperature del riscaldamento nei luoghi meno utilizzati.

N°3: Occorre anche sfruttare al meglio l’energia che si trova nel combustibile andando a progettare, manutenendo e regolando al meglio l’impianto di riscaldamento e condizionamento, quindi l’attenzione dovrebbe essere costante per evitare i dannosi sprechi energetici.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *