mercoledì 10 ottobre 2018
  • :
  • :

L’energia Nucleare: Il punto nel 2018

energia-nucleare-in-italia

Il presidente onorario WEC e FAST, Alessandro Clerici ha delineato la situazione attuale dell’energia nucleare a livello mondiale andandosi a soffermare sui cambiamenti rispetto alla situazione prima del disastro di Fukushima del Marzo 2011.

Il parametro è quindi esteso su diversi anni e anche l’analisi che ne scaturisce è così divisa.

Di questo studio sono stati forniti:

  • Dati
  • Aggiornamenti sui reattori

che sono in funzione ed in costruzione nei diversi Paesi.

Le quote

Prima di tutto occorre dire che la quota dell’energia nucleare rapportata al totale dell’energia elettrica prodotta a livello mondiale, nel 2016 è stata del 10,3% con una potenza installata pari al 7% di tutte le fonti che generano energia elettrica, è importante notare il fatto che siano europei i primi dieci paesi a livello mondiale che hanno la maggior percentuale di energia elettrica prodotta dal nucleare.

In Italia la situazione del nucleare è prevalentemente legata al processo di decommissioning delle 4 centrali nucleari e dei siti industriali/tecnologici che sono presenti sul territorio, attraverso una lenta e ritardata realizzazione di questa azione rispetto ai programmi, non si pone in modo chiaro il problema di esercizio di centrali in servizio visto che tutte quante sono state fermate o in relazione alla realizzazione di nuove centrali visto il risultato del referendum a seguito del disastro del 2011 a Fukushima ed anche per specifiche (e importanti) situazioni ambientali e socio politiche.

Ma si parlava di Europa e del Mondo, quindi qual’era la situazione al 1° Gennaio 2018?

Come detto l’Europa si conferma come continente primo sia per numero di reattori nucleari in funzione che sono 182 sia per potenza nucleare installata pari a 162 GW, tra le altre macro aree mondiali, seconda è l’Asia, in questo caso il numero di reattori è di 139, invece rispetto alla potenza installata i numeri si abbassano anche rispetto all’area del Nord America che registra 115GW contro i 109,65GW dell’Asia.

Gli altri continenti quali il Sud America e il continente Africano hanno un ruolo davvero molto marginale: 5 e 2 reattori rispettivamente per una capacità installata di 3,5GW e 1,8GW.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *