venerdì 6 luglio 2018
  • :
  • :

Incentivi energie rinnovabili 2018, cosa bisogna sapere

detrazioni-2018Ci sono ancora gli incentivi energie rinnovabili? Sono stati confermati per il 2018? le ultime notizie su questi sgravi sono di prima della fine del precedente governo, attualmente il tema è rimasto in sospeso purtroppo, ma possiamo parlare di ciò che si prevedeva dalla bozza di decreto pregressa.

Un elemento che emerge dalle ultime informazioni reperibili sul tema è quello della potenza impiegata, gli incentivi vengono forniti solo per una potenza superiori a 20 KW. E questa risulta essere una delle novità presenti nella bozza del decreto sulle fonti energetiche rinnovabili che andrebbe a disciplinare i meccanismi di incentivazione per gli impianti che riguardano il periodo 2018-2020.

In aggiunta a tale novità prevista dalla bozza di decreto, per le imprese non sarà più possibile accedere in modo diretto agli incentivi che andranno assegnati attraverso sette bandi a partire dal 30 novembre 2018.

Approvazione definitiva incentivi 2018

In questo caso il decreto deve recepire il via libera della Commissione UE, e attualmente i temi dell’Italia non sono quelli della green economy e degli incentivi ad una trasformazione energetica, ma sono altri i temi che vengono portati ai tavoli UE, questo è ben noto, ma occorre anche andare a vedere quali sono i criteri e i requisiti previsti per poter ottenere questi incentivi.

Il centro nevralgico del decreto è quello sullo sviluppo della green economy che stabilisce le modalità di incentivo previsto per le fonti energetiche rinnovabili.

N°1: Con estrema probabilità una delle novità più interessante è quella per cui verranno agevolati  gli impianti fotovoltaici. Infatti la bozza prevede l’accesso ai benefici solo agli impianti fotovoltaici al di sopra dei 20 KW che non beneficiano della detrazione fiscale.

N°2: Un altra novità è quella relativa all’eliminazione dell’accesso diretto agli incentivi e all’assegnazione dei benefici istituendo 7 bandi a partire dal 30 novembre 2018. L’eolico e il fotovoltaico si troveranno poi in competizione per l’assegnazione degli incentivi. La graduatoria pare non preveda lo scorrimento di posizioni nei casi in cui vi siano rinunce e/o revoche.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *