venerdì 6 luglio 2018
  • :
  • :

Energie rinnovabili e impianti ibridi

impianti solari ibridi

C’è un azienda leader nel campo delle turbine eoliche, questa azienda prende il nome di Vestas Wind Systems A/S. Questa azienda ha scelto di fare una scommessa, quella relativa ai cosiddetti impianti ibridi impiegando:

  • Solare
  • Eolico
  • Storage

al fine di generare energia elettrica.

L’amministratore delegato di questa azienda, Anders Runevad, ha dichiarato di notare un aumento di interesse piuttosto rapido in questo campo, la gente che fa richiesta dell’ibrido sta aumentando. Questo è già di per sé un nuovo flusso di entrate da impiegare secondo lo stesso Runevad.

impianti ibridi, Combinare tre tecnologie

Questa compagnia privata mescola come detto tre tecnologie quella eolica, quella solare e quella relativa allo stoccaggio e tutte e tre vengono combinate in impianti ibridi in modo complementare l’una con l’altra.  In un ottica futura l’ad di questa compagnia sostiene che le due energie (eolica e solare) possano essere risparmiate per il futuro se si ricorre all’ibrido e tale risparmio consentirebbe di sostituire il fabbisogno di combustibile fossile al fine di colmare le lacune della notte o delle giornate prive di vento.

Vestas è quindi oggi su una nuova frontiera, quella ibrida, e per far si di preservare la sua posizione leader del mercato sta cercando nuovi modi tra cui rientra anche l’acquisizione (ad esempio) di Utopus Insights Inc, una società di analisi che impiega l’IA (Intelligenza Artificiale) al fine di poter ottenere una previsione del tempo per la conseguente produzione energetica.

Australia e Ibrido

Nel territorio australiano sta per essere realizzato un progetto ibrido utile allo sfruttamento delle rinnovabili, tale progetto prevede l’utilizzo del solare e dell’eolico per avviare la produzione di energia elettrica. In questo caso le aziende coinvolte lavorano in partnership e la centrale verrà costruita nella contea di Flinders, nel Queensland. Il tutto sarà reso possibile grazie alla collaborazione delle seguenti compagnie:

  • Tesla
  • Vestas
  • Quanta Service
  • Windlab

L’alta tecnologia è il fiore all’occhiello del progetto, e la centrale avrà una capacità di 43,2 MW proveniente dall’eolico e di 15 MW proveniente dal fotovoltaico, a ciò si aggiunge un sistema di accumulo agli ioni di litio che misurerà 2 MW di potenza e avrà una capacità di 4 MWh.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *