lunedì 18 giugno 2018
  • :
  • :

Energia Geotermica: Dalla terra una fonte preziosa

geotermico-energiaTra le energie provenienti da fonti rinnovabili, impiegate in Italia e molto diffuse in Europa troviamo anche quella geotermica. Viene definita anche Energia che trae genesi  per mezzo di fonti geologiche di calore.

L’energia geotermica può venir considerata come un energia alternativa e rinnovabile, se presa in considerazione su tempi brevi. Tali periodi si rendono necessari al calcolo e al nome stesso di “rinnovabile” a causa del continuo sfruttamento che una sorgente geotermica può comportare a livello locale, attorno ai siti di sfruttamento, e a causa di una riduzione del valore di anomalia positiva termica, tutto questo porta la fonte energetica a non essere più definibile rinnovabile.

Tale anomalia della terra è locale e dipende dal tempo di sfruttamento della risorsa che varia come può essere intuibile, anche a seconda del sito dal quale si estrae la fonte.

Funzionamento energia geotermica

Questa tipologia di energia è basata sui principi della geotermia, in parole più semplici, sullo sfruttamento del calore naturale della terra. Lo stesso termine geotermico proviene nel suo etimo dal greco con due appendici:

  • thermòs

Il secondo termine indica il calore il primo la terra.

Il calore prodotto dalla terra viene rilasciato in maniera naturale dai processi di decadimento nucleare degli elementi radioattivi che si trovano all’interno di nucleo, del mantello e della crosta terrestre. Alcuni di questi elementi sono per esempio:

  • uranio
  • torio
  • potassio

provengono dall’interno della terra stessa.

Storia e Impiego dell’energia geotermica

L’impiego di energia geotermica ha origini molto antiche, specie in quanto fonte di acqua calda naturale. Sono decine le fonti termali in Europa famose già durante l’impero Romano, e il loro sfruttamento continua a tutt’oggi.

L’utilizzo industriale inizia in Italia con la fonte geotermica di Larderello in Toscana. Nel 1827 in questo luogo si inizia a sfruttare le fonti per estrarre acido borico dai geyser. Nel tempo sempre più basi geotermiche sono state impiegate per produrre energia in Europa, ed è interessante sapere che uno studio dell’ MIT ovvero del Massachusetts Institute of Technology sostiene che la potenziale energia geotermica contenuta sul pianeta che abitiamo si aggira attorno ai 12.600.000 ZJ e che con le tecnologie sempre più all’avanguardia sarebbe possibile utilizzarne anche solo lo 2000 ZJ.

E il dato dice anche che dacché il consumo mondiale di energia è pari a un totale di 0,5 ZJ all’anno, con il solo geotermico si potrebbe soddisfare il fabbisogno energico del pianeta attraverso la sola energia pulita per i prossimi 4000 anni rendendo quindi superflua qualsiasi altra fonte non rinnovabile o rinnovabile che viene attualmente adoperata.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *