mercoledì 10 ottobre 2018
  • :
  • :

Come risparmiare energia, ecco come fare

efficienza-classiL’energia è un bene prezioso, che nelle nostre cose sfruttiamo per calore, benessere, pulizia, qualità della vita. L’unico problema è che troviamo bollette sempre più alte, soprattutto per l’energia elettrica, ad aspettarci.

La prima cosa da fare è chiedersi quanta energia consumiamo, facendoci un’idea tramite i contatori e le bollette. Una ricerca condotta nel Regno Unito ha scoperto che vedere in tempo reale, in casa, quanto si sta consumando, ah portato ad un risparmio del 15% sull’elettricità. Attenti al contatore quindi.

Cerchiamo poi di sfruttare il più possibile la luce naturale durante il giorno, posizionando le scrivanie e le zone letture vicino alle finestre o appendendo specchi alle pareti che riflettono la luce per la stanza.

la bolletta, il gestore

In Italia, il mercato libero è entrato a partire dal 2007, quindi tecnicamente siamo liberi di trovare le tariffe che sono più adatte a noi. In pratica però i sondaggi rivelano che solo il 20% degli utenti sono passati al mercato libero: solitamente infatti, a meno che non sotto esplicita richiesta, i nostri appartamenti vengono assegnati al servizio di maggior tutela, che non è detto sia anche il più conveniente.

Una famiglia in media consuma, esclusi oneri, imposte e tasse, circa 530 euro all’anno di energia elettrica. Questa spesa può essere ridotta anche di 100 o 200 euro con il giusto servizio dedicato.

buone abitudini per risparmiare energia

Oltre alle tariffe, altro modo per ridurre i consumi è quello di prestarne direttamente attenzione e seguire quindi dei piccoli consigli che potrebbero far risparmiare anche fino al 30% sulla bolletta:

Spegnere la luce che non si sta utilizzando, molti la tengono accesa per abitudine.

Sostituire le lampadine ad incandescenza con quelle a basso consumo è un risparmio assicurato, inoltre dureranno 10 volte in più.

Preferire apparecchi a basso consumo o a maggiore efficienza energetica, Classe A.

Spegnere gli elettrodomestici, invece di lasciarli in stand by.

Bollitori elettrici, lavastoviglie, telefoni cordless: hanno tutte un grosso bisogno di alimentazione, davvero grosso.

Scollegare modem, macchine di caffè, stampanti ed impianti stereo quando non utilizzati.

Usare la lavatrice sempre a carico pieno e a basse temperature.

Staccare sempre i caricabatteria una volta finita la carica, altrimenti continuerà a consumare energia elettrica, anche in base alle dimensioni del caricatore stesso.

Preferire la doccia al bagno, questo è un modo per risparmiare fino a 150 euro l’anno tra acqua ed elettricità.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *