lunedì 8 ottobre 2018
  • :
  • :

Biomasse e Bio Olio: Applicabilità a livello domestico

biomasse-bioolioQuando si parla di riscaldamento domestico nuovi materiali e nuove tecnologie in tema “bio” sono spesso menzionate e impiegate. sopratutto le biomasse.

Quella di cui parliamo oggi rappresenta una nuova chance per il riscaldamento domestico e la fonta dalla quale la si apprende è quella di Rinnovabili.it.

La sede che viene sottolineata e che riguarda un nuovo progetto, è la Comune casa Europea dove l’attenzione è concentrata su un progetto dedicato al riscaldamento domestico che sia a basse emissioni.

Il nome di tale progetto è: Residue2Heat e l’obiettivo che si pone è quello di valutare possibilità e vantaggi dell’impiego del bio-olio ricavabile dai residui di biomasse, centrale quindi è il tema del riciclo anche.

L’avvio formale di questo progetto è ormai datato 2016, ma attualmente sta analizzando i differenti flussi di residui della biomassa utili alla generazione di calore a livello domestico che dovrebbe avvenire attraverso caldaie che richiedono come intuibile, delle apposite modifiche.

La “conversione” richiesta sugli impianti di diffusione del calore all’interno dello spazio abitativo,  rappresenta un passaggio indispensabile dal momento che il carburante del progetto Residue2Heat è l’olio biologico ottenuto dalla pirolisi delle biomasse cellulosiche, si tratta in questo caso di un processo al cui centro c’è la decomposizione termica dei materiali organici in assenza di ossigeno.

Biomasse: Bio & Verde: I Vantaggi del Progetto

Tra i vantaggi riscontrabili da questa formula derivante dalle biomasse e che ha il suo focus in un olio, vanno considerati:

– L’abbassamento dell’impiego di carbonio

E anche a lungo termine il calo dei costi se la formula stessa venisse applicata su larga scala e quella Europea è una larga scala.

La riduzione viene misurata tra il 77% e il 95% in relazione alle emissioni a seconda delle materie prime impiegate per tale bio-olio. Attraverso il recupero e il riciclo delle ceneri nel corso della produzione di olio da pirolisi, è possibile arrivare ad effetti ambientali positivi. Le indagini condotte hanno infatti dato conferma che le ceneri ottenute durante il processo di produzione del bio-olio sembrano avere effetti positivi sulla crescita delle piante in esperimenti su piccola scala, un ulteriore ragione per la quale tenere in considerazione seriamente tale valido progetto Europeo.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *