giovedì 11 ottobre 2018
  • :
  • :

Agenti inquinanti e Smartphone, ecco i dati

smartphone inquinamentoGli agenti inquinanti sul pianeta sono moltissimi, un particolare rilievo lo stanno acquisendo però quelli derivanti dalla dismissione degli smartphone e sul piano ambientale questo si traduce in un aggravio dell’inquinamento.

A quanto pare gli smartphone saranno i dispositivi più inquinanti entro il 2020, un dato sul quale fare una profonda riflessione visto che entro il 2020 diventeranno i dispositivi più inquinanti.

Tale dato lo si può estrapolare da uno studio effettuato da due ricercatori dell’Università McMaster nell’Ontario in Canada, costoro spiegano che benché il consumo energetico durante l’utilizzo del dispositivo sia basso, il ciclo produttivo invece è estremamente inquinante per l’ambiente.

Lofti Belkhir, uno dei due ricercatori coinvolti in questo studio, spiega che per ogni sms, telefonata o contenuti inviati, vi sono dei data center che vanno consumando molta energia prodotta da combustibili fossili. Belkhir segnala anche che l‘industria tecnologica entro il 2040 sarà responsabile del 14% dei gas serra totali nell’ambiente.

Da Greenpeace emergono ulteriori considerazioni sulla storia pregressa di questi dispositivi.

Infatti l’associazione ambientalista in occasione del World mobile congress di Barcellona, ha presentato il rapporto dal nome inglese:

“From Smart to Senseless: The Global Impact of Ten Years of Smartphones”

Tradotto:

“Da Smart a Senseless: l’impatto globale di dieci anni di smartphone”

tale rapporto si concentra sugli anni che vanno dal 2007 al 2017 e sottolinea che «Negli ultimi dieci anni, la produzione e lo smaltimento di smartphone hanno avuto un impatto significativo sul nostro pianeta».

Il rapporto è davvero interessante visto che da ampia eco ad una panoramica relativa all’aumento dell’impiego degli smartphone in tutto il mondo, a partire dal lancio del primo IPhone nel 2007, e fornisce dati acclarati sul loro impatto sul pianeta rivelando che dal 2007 sono stati impiegati per la produzione di smartphone circa 968 TWh, quasi l’equivalente di un anno di fabbisogno energetico dell’India. I dispositivi vanno a contribuire in modo sensibile alla crescita costante dei rifiuti elettronici prodotti.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *