venerdì 6 luglio 2018
  • :
  • :

La Classe Energetica, cosa significa e a cosa serve

Risultati immagini per classe energeticaRicordate il tempo della classe energetica A+, oggi siamo ben oltre la soglia di un unica +, come si evince anche dal link che inseriamo e che rimanda a Wikipedia, sono cambiate le classi energetiche e cosa indicano?

Una argomento certamente interessante per comprendere come risparmiare sull’energia e anche come questa viene classificata.

Cosa significa Classe Energetica?

Occorre comprendere il significato di questa definizione e il suo “campo d’azione” per così dire

Prima di tutto questa definizione, si rifà ad una Disciplina di Legge, a partire dal 2005, in seguito al D.Lgs. 192/05 ed ai successivi interventi legislativi completati con il DM 162/15, la certificazione della classe energetica degli edifici entra a far parte della normativa italiana.

Le classi energetiche sono state ideate per aver la possibilità di classificare le prestazioni energetiche di strutture domestiche quali case e appartamenti e si basano sui parametri funzionali e strutturali che vanno a determinare l’uso dell’energia elettrica che può essere scarso o anche molto consistente.
La suddivisione in classi che non sono quelle sociali, avviene grazie alle lettere dell’alfabeto a cui si aggiungono dei numeri, e si basano appunto su una scala che classifica i consumi in ordine crescente, partendo dalla classe A4, fino alla G, le classi totali disponibili per tale classificazione, sono 10 questo fino al 2017, ma ci si possono aspettare dei cambiamenti visto che nella storia di queste misurazioni ce ne sono stati anche in passato di variazioni sensibili.

La classificazione energetica

A cosa serve la classe energetica?

Anche in questo caso la risposta è molto semplice, questa “classifica” occorre a stabilire quanto consuma un edificio, anzi, sarebbe meglio dire che occorre a valutare, sulla base delle sue caratteristiche strutturali, degli infissi, del fabbisogno calcolato, etc, che impatto la struttura analizzata, possa avere in termini di consumo energetico sull’ambiente.

Da questo si comprende l’importanza di temi quali la dispersione, e l’uso improprio ed eccessivo dell’energia e del cercare dei parametri valutativi che inquadrino una casa o un edificio in termini di spreco e di migliorie che si possono apportare in esso.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *